GALAXY

 

 

 

Ogni anno viene raccontata una favola di Natale e i bambini la ascoltano seduti sul divano; alcune ci sono state raccontate quando eravamo piccoli e noi cerchiamo di tramandarle come hanno fatto i nostri vecchi prima di noi; alcune sono storie vecchie come il mondo, altre sono moderne e tecnologiche e a noi adulti stanno un po’ strette, ma ai nostri figli piacciono tanto ……….

Anche alla SIB quest’anno si racconta una favola: il titolo potrebbe essere ………Galaxy!

Ohibė!!! Dirą qualcuno che ha perso ore a rincorrerla nel paddock tentando di riportarla nel suo box …… come puė quella cavallaccia impunita essere protagonista di una favola? Eppure Ź cosď e la nostra favola comincia qua.

 

 

C’era una volta una cavalla di nome DesirŹe che nel 2003, in un box che si affaccia su un prato di margherite e fiori di mille colori, dą alla luce una puledra con una piccola stella sulla fronte: la chiamano Galaxy.

 

 

 

 

 

 

Giusy, la proprietaria, regala la puledrina a Federica; la cavallina cresce assieme a mamma Desy e zio Mirtillo nella “scuderia delle ragazze” appena sopra il nostro maneggio.

 

 

 

Ogni tanto viene a farsi conoscere alla SIB, a far conoscere il suo carattere fiero, sprezzante del pericolo e soprattutto incurante dei recinti elettrici: il suo spirito Ź libero!

 

Federica affida Galaxy, che nel frattempo ha compiuto tre anni ed Ź stata addestrata dalla sua proprietaria e da Valentina, ad una ragazzina del maneggio, Lisa, insieme imparano a conoscersi, a rispettarsi, ad amarsi e provano tutte le emozioni che solo un binomio perfetto come loro, e gente che come noi ama i cavalli, puė provare! In tutto questo tempo la cavallina perė non ha rinunciato alle sue caratteristiche di animale testardo, fiero e molto vivace, troppo vivace per la sua amica Lisa che troppe volte si Ź vista scaraventare a terra.

 

 

 

 

Galaxy purtroppo viene venduta, ma qui alla SIB c’Ź qualcuno che non riesce a dimenticarla anzi, ricordate la sua prima proprietaria Giusy? Ebbene lei incarica un amico, Walter, di cercarla per sapere se sta bene, se mangia, se Ź almeno coccolata un po’! Walter la trova e Giusy tira un sospiro di sollievo: adesso Ź piĚ tranquilla perché sa che Galaxy Ź al sicuro.

Ma come in tutte le favole il lieto fine c’Ź e non tarda ad arrivare perché durante l’estate arriva una mail da Alberga che offre in vendita una cavalla bardigiana: indovinate un po’ come si chiama? ……Galaxy!

 

 

 

 

 

Un po’ di agitazione, il riconoscere quell’animale che Ź stato per tanto tempo con noi ..……l’Associazione Ariosto Ź interessata all’acquisto e Valentina va con loro a vederla.

Ma ecco che entra in scena di nuovo la prima proprietaria Giusy, che prende in mano la situazione e decide che Galaxy, cavalla bardigiana, Ź nata con noi e con noi deve tornare! Compra la cavalla e la affida alla SIB chiedendo in cambio solo la garanzia che viva per sempre con noi.

 

 

 

 

 

Questa Ź la fine della nostra favola di Natale. Non che il carattere di Galaxy sia cambiato molto, ci da sempre un gran daffare, ma oggi Ź adulta e piĚ matura e chiunque scenda dalla sua groppa sudato e affaticato dopo un’ora di lezione, si Ź divertito un mondo!

 

 

 

 

 

 

L’insegnamento che cerchiamo di trasmettere da sempre ai ragazzi e alle ragazze della SIB Ź che il legame con un animale Ź per sempre: non importa se non ti fa arrivare sempre primo nelle competizioni, non importa se quel giorno non Ź in vena e ti fa faticare, e soprattutto non importa se ora Ź zoppo o Ź invecchiato: lui Ź il tuo cavallo e lo sarą per sempre!

 

GRAZIE GIUSY E BENTORNATA GALAXY!